Piatto unico….santo subito!!!

Devo riconoscere che tra tutte le sfaccettature della mia incondizionata passione per tutto ciò che é British, l’usanza del main course ricade sicuramente nella top ten!

Riunire in un unica portata le varie componenti nutrizionali del pasto può essere un valido aiuto alla dieta (non è il mio caso), un’alleggerimento del lavoro del lavapiatti ed una soluzione simpatica per la cena in famiglia di ogni giorno.

Tanto perché non crediate che in questi giorni di silenzio me ne sia stata con le mani in mano, ho sperimentato ben 3 menù da 15 minuti di Jamie, ed il piatto unico ha trionfato sulla mia tavola 😉

INCREDIBLY DELICIOUS CHICKEN SALAD

Questa effettivamente veloce, saporita e leggera:

  • sbollentare le cime di un broccolo in acqua salata bollente per qualche minuto quindi prelevarli con la schiumarola e gettare nella medesima acqua una tazzona di bulgur e due limoni sott’olio
  • tagliare i ravanelli e un cipollotto a fettine sottili e condire in una ciotola con olio evo aceto balsamico sale e pepe
  • insaporire quattro fettine di petto di pollo con sale pepe e cumino in polvere quindi rosolare in padella con un cucchiaio d’olivo per 3 minuti per lato circa
  • scolare il bulgur e comporre l’insalata in una capiente terrina, mescolando al bulgur i fiori di broccolo, il pollo tagliato a striscioline e le verdurine
  • 20130412-163014.jpg

    WARM CHICKEN LIVER SALAD

    Con questa il Signor Marito s’è perfino commosso:

  • terrinona, ci apro una busta di insalata pronta a scelta ( per starci in 15 minuti non hai alternativa), io ho scelto la valeriana
  • nel robot con lama sottile affettare mezzo cetriolo, una carota, una cipolla rossa e condire in una ciotola a con prezzemolo tritato, sale pepe olio evo e balsamico
  • tostare quattro fette di pane tipo ciabatta, preparare una pappe tra di parmigiano, senape yogurt e Worchester, spalmare un lato dei crostini e rimettere sotto il grill a fare la crosticina
  • pulire 400gr di fegatini di pollo e rosolarli in padella con 150ml di balsamico, un cucchiaio di marmellata di albicocche e della pancetta affumicata a cubetti
  • comporre l’insalata aggiungendo nella terrina le verdurine della ciotola e circondare con i crostoni formaggiosi
  • togliere i fegatini dal fuoco ed aggiungere un paio di cucchiai di yogurt naturale
  • Consiglio di mangiare l’insalata insieme ai fegatini ancora caldi, l’esaltazione reciproca dei sapori è un’esperienza trascendentale…parola di Signor Marito 😀

    20130412-164600.jpg

    NOTA: siccome i crostoni formaggiosi li avevo già fatti, ma soprattutto perché avevo bisogno di mettere le mani in pasta, ho direttamente preparato un PANE FORMAGGIOSO seguendo la ricetta che la bravissima Lorraine Pascal fa in questo video trooooppo buonoooo!!!!

    GORGEOUS GREEK CHICKEN

    Questa è proprio fresca….sempre che il caldo si decidaaaaaa!!!!!!!

  • in una ciotola bagnare una tazza di cuscus con due tazze di acqua salata bollente e coprire
  • nel robot tritare grossolanamente un peperone giallo, uno rosso e un paio di cipollotti e trasferire nella solita terrina gigante 😉 e condire con olio evo sale e pepe
  • sbollentare 250gr di piselli surgelati, scolare ed aggiungere nella terrina
  • preparare la salsa TZATZIKI con mezzo cetriolo grattugiato, un pizzico di sale, succo di limone, yogurt naturale e foglioline di menta tritate
  • condire 4 fette di petto di pollo con sale, pepe, scorza di limone grattugiata e pepe di Gamaica macinato, quindi spadellarle con olio circa 3 minuti per lato
  • sgranare il cuscus con una forchetta ed aggiungerlo nella terrina insieme al pollo tagliato a striscioline e servire con la salsa TZATZIKI accanto
  • Ha un sapore molto delicato e forse qualcuno potrebbe volerci aggiungere un po’ di carattere con del peperoncino, che in effetti sarebbe previsto, ma ho omesso dietro esplicita richiesta del Signor Marito 😉

    20130412-165709.jpg

    Annunci

    Diario di cucina…

    Fantastico….apro questo blog nel momento in cui sperimento più ricette di Jamie Oliver, ma la grande Nigella Lawson rimane per me un riferimento fondamentale. Sono state le sue trasmissioni a fare di me una kitchen addiccted irrecuperabile!
    Cosí anche questa sera ho goduto dello stare in cucina come panacea per tutti i mali…giramento di palle col marito, stanchezza accumulata dalle notti in bianco con le bimbe e dolori lancinanti alla schiena si sono andati pian piano dissolvendo man mano che il menú prendeva forma.
    Quando sono arrivati lo zio Ste e la zia Bab in tavola c’erano una bella fougasse al timo (versione alleggerita della fougasse al timo e chorizo presente nell’ottimo Baking made easy di Lorraine Pascal) ed una torta rovesciata con cipolle rosse e tardivo di Treviso ( mia variante della “torta rovesciata per la cena” in How to be a domestic goddess di Nigella) rigorosamente appena sfornate. Per il frittino ho aspettato che arrivassero gli ospiti perché se c’é una cosa insindacabile é che il fritto va fatto e mangiato…e così ho prodotto i miei primi fiori di zucca pastellati: ho cercato in rete e trovato in video molto semplice e chiaro per pulire i fiori mentre la ricetta per la pastella l’ho presa dall’inserto FRITTI della rivista Alice Cucina e devo dire che mi é venuta un po’ sciapa ed a questo é facile rimediare, ma soprattutto era una quintalata tanto che quella avanzata l’ho coperta e messa in frigo con l’intenzione di pastellare e friggere qualcosa pure domani…ODIO buttar via in cucina a meno che non ne vada dell’incolumitá dei commensali!!!
    Con un inizio cosí il primo non l’ho neanche preso in considerazione!!!
    Segue quindi un’ottima tagliata di scamone talmente morbida e succosa che perfino la unenne Mari saltava dal seggiolone per avere i suoi bocconcini ;-)… Immancabili i contorni (per me se manca la verdura é come non aver mangiato): tardivo di Treviso semplicemente brasato in padella ed una ricettina per il cappuccio viola scovata, nell’ormai datato Cook with Jamie, semplicemente da leccarsi i baffi!!!
    Per il dolce non mi sono data pena perché so che Ste e Bab arrivano sempre con qualcosa da iperglicemia, ma per ogni evenienza defilata dentro l’alzatina riposava la morbidissima torta alla Coca Cola di Nigella, che verrà sbranata all’ormai imminente colazione!
    Avrei voluto una più dettagliata documentazione fotografica, ma sono riuscita ad immortalare solo la fougasse 😉

    Buona notte

    20130322-052940.jpg