Frenesia domenicale

Nelle famiglie “normali” la domenica é tradizionalmente il giorno del riposo, dei tempi lenti e dilatati, della colazione a ridosso dell’ora di pranzo, delle cotture lente e lunghe, dei pani lievitati che profumano di miracolo di vita…beh tutto questo da noi non accade.

Con i turni del Signor Marito noi viviamo una domenica standard al mese, se poi, come accade questo aprile, in quella che é libero lui lavoro io non ce ne resta neanche una! È in domeniche così che cerchi di incastrare 60 lavatrici, almeno una lavastoviglie, improponibile pensare di infornare qualcosa salvo ritrovarsi a fare in continuazione la spola col contatore della luce che continua a saltare, cercar di far passare il tempo non incollata alla tele alla cinquenne e soprattutto riuscire a fare tutto con l’unenne aggrappata ad un fianco tipo il koala amico di Georgie….

Ma questa domenica é stata più frenetica del solito…perché finalmente dopo quasi 3 anni mi sono presa qualche ora per me e mi sono regalata due bellissime ore di bata de cola con la meravigliosa Leonor Leal Chamorro….che ringrazio perché ne avevo veramente bisogno!!!!

20130407-211849.jpg

Detto ciò non é difficile comprendere perché al delirio di una giornata come questa mi sia sentita in dovere di presentare al Signor Marito un dignitoso pranzetto, e così sotto col terzo menù da Jamie’s 15- minute meals.

CRACKIN’ CRAB BRIKS

Questa volta perfino il Signor Marito, grande fan di Jamie, ad un certo punto é entrato in cucina sbraitando “Insomma, tra quanto mangiamo? É quasi un’ora che sei qui a spignattare!” …inutile dire che ancora i 15 minuti previsti per la preparazione restano un lontano miraggio, ma il sapore era da mille e una notte!!!

Ho fritto in padella 4 saccottini di pasta fillo ripieni di polpa di granchio (NO SURIMI!), cipollotti, prezzemolo ( ci sarebbe andato il coriandolo fresco ma il Signor Marito non lo tollera), limoni sott’olio (che fortunatamente avevo preparato tempo fa seguendo la ricetta di Nigella) e salsa harissa che, non essendo riuscita a reperire in commercio, ho preparato seguendo questa ricetta ma dimezzando le dosi.

20130407-214209.jpg

Preparato un cuscus di Kamut biologico con l’aggiunta di un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro, che è poi andato a sposarsi nell’insalatiera ad un finocchio tritato insieme a qualche fogliolina di menta fresca, spruzzato col succo di un limone e profumato con un cucchiaino di semi di carvo (kümmel).

20130407-214236.jpg

Last but not least una freschissima salsina di pomodoro e zenzero freschi battuti al coltello conditi con un pizzico di sale ed una spruzzata di limone…

20130407-214451.jpg

I profumi erano inebrianti ed i sapori fortemente evocativi tanto che, forse complice il sole che finalmente é tornato a splendere, guardando fuori dalla finestra ho scambiato la rosicchiata palma dei vicini per un rigoglioso palmizio di un’oasi nordafricana 😉

20130407-215735.jpg

…e spontanea è andata formandosi nella mia mente una domanda: ma in nordafrica che lo usino il mango???

Annunci

2 pensieri su “Frenesia domenicale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...